Theory of value and law of markets in the thought of Jean-Baptiste Say

Teoria del valore e legge degli sbocchi nel pensiero di Jean-Baptiste Say

Book Cover: Theory of value and law of markets in the thought of Jean-Baptiste Say
Editions:Paperback (Italian): € 19.00
ISBN: 978-88-87409-82-6
Size: 15.00 x 21.00 cm
Pages: 143

Riccardo Soliani

This book compares Say’s theory of value and distribution with the issues proposed by Smith and Ricardo, giving evidence to its legacy from (and its contrast with) the Classical tradition. In the first part the relation established by Say between the “cost of production” theory of value and the reckoning of value according to the strenght of demand is briefly discussed. The source of this link is traced in the theory of rent that can be found in the Wealth of Nations, which Say offers a broad interpretation of. Then evidence is given that the actual basis of Say’s theory of value is the independent setting of wage, rent and (individual entrepreneurial) profit according to the forces of supply and demand for goods and, by this way, for productive services. Therefore Say might be considered as a connection between (in Marx’s words) the “exoteric” side of Smith and Vulgaroekonomie. In the second part the author points out the changes introduced from the first to the subsequent editions of Traité. The theory of distribution included in the first edition is shown to be closer to the “surplus approach”, whilst in the subsequent editions the divergence from the Classical approach would bring him back in the wake of Italian and French tradition of Galiani and Condillac, who are briefly recalled.

Published:
Excerpt:

Questo lavoro intende analizzare temi che generalmente hanno ricevuto poca attenzione da parte di coloro che in passato si sono occupati del pensiero di Jean Baptiste Say. Si tratta infatti di questioni che solo in decenni recenti è divenuto possibile valutare in tutta la loro rilevanza per l’evoluzione dell’analisi economica. Il lavoro di Piero Sraffa nel riportare alla luce, con la sua edizione di Ricardo e con il successivo “Produzione di merci ...”, i termini esatti dell’impostazione teorica classica, ha reso infatti possibile cercare d’individuare in maniera più specifica e precisa i limiti ed i modi in cui J. B. Say - la cui influenza sulla successiva letteratura teorica anche di lingua inglese è generalmente riconosciuta - si trova all’origine di un processo di distacco da quell’impostazione teorica. Il processo in questione è quello di progressivo allontanamento dalla teoria classica iniziato subito dopo la morte di Ricardo nel 1823.

READ MORE

Le difficoltà analitiche connesse al principio del valore lavoro e gli elementi di visione conflittuale della società che Ricardo aveva portato alla luce indussero alla ricerca di nuove teorie che consentissero di evitare quelle difficoltà e che conducessero a delineare un quadro armonico dei rapporti sociali. L’abbandono della teoria classica doveva infine trovare una sistemazione più di un cinquantennio dopo, con la “rivoluzione marginalista” dell’ultimo quarto del secolo scorso.

COLLAPSE

By browsing this site, you accept the use of cookies. - Navigando in questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie. MORE INFO - MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi